Verba volant, sms manent

amore e marketing e snoopyTempo fa, insieme ad un’amica che si era appena lasciata con il fidanzato, abbiamo preso un foglietto di carta bianca ed elencato tutto quello che più le mancava di lui.
Al primo posto, senza rivali, c’erano i suoi messaggi.
I messaggi, capite?! Non il sesso, i progetti, o le vacanze in camping, ma i messaggi della buonanotte.
Una pazza, penserete voi non prima di aver controllato quando avete ricevuto il suo ultimo whattsapp (due flag azzurri, è passata un’ora e non mi hai ancora risposto, soffro).

Perché una volta finito tutto, dopo aver faticosamente valicato la catena montuosa dei torti e delle ragioni, ciò che resta delle nostre relazioni sono le matasse ingarbugliate dei ricordi… e le chilometriche conversazioni su whattapp, che ho amorevolmente salvato nella memoria del mio cuore (e backappato in quella del cellulare).
Centinaia di buone notti e migliaia di meravigliosissimi giorni, che raccontavano delicatamente d’amore, come in una danza gentile, dove non ci si toccava mai, pur toccandosi sempre.

Bene, se vi siete un po’ commossi, allora siete i potenziali acquirenti di questa app che fornisce un pratico servizio di sentimental messaggistica.
Ovvero, voi vi iscrivete, fornite le caratteristiche generiche del vostro fidanzato/a, e lui/lei vi riempiranno di messaggi (cento al mese per venti euro), sufficienti per colmare il vuoto lasciato dall’ex, oppure per fingere, con parenti e amici osservanti, che finalmente anche voi avete trovato l’anima gemella:
– e leggi, leggi un po’ che cose carine pensa di me!

Certo, all’apparenza questa soluzione appare vagamente patetica (a tal proposito, io per quindici euro ve ne mando centoventi), però potrebbe non essere così male.
Rifletteteci, niente più vacanze in camping che odiavate (non te l’avevo mai detto?), niente più Natale da sua madre che odiavate (non si vedeva?), niente più sesso sbadato il venerdì sera che odiavate (e ci voleva la terapista di coppia a cento euro l’ora (faccio fattura?) per capirlo!).

L’unica precauzione a cui attenersi prima di far vostra l’applicazione e dolcemente naufragare negli amorevoli scritti, è appurare, con certezza assoluta, di non nascondere in nessun pezzettino del vostro già massacrato cuore, l’inconfessabile desiderio che il vostro lui/lei virtuale possa descrivere decine di notti buone e migliaia di meravigliosissimi giorni esattamente come facevi tu, quando con delicatezza mi raccontavi d’amore pensando di non toccarmi, mai, e invece mi trafiggevi, sempre.

Merda lo sapevo! Puff, io son già morta,

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...